1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Contenuto della pagina
 

Enti Previdenziali 509

 
Per contattarci

Coordinatore Nazionale Comparto Funzioni Centrali: Fabio Migliorini - Daniele Nola - Salvatore Chiaramonte

Tel: 06 58544308 - 311 - 313
Fax: 06 58544371
 
Email: fabio.migliorni@inpgi.it - nola@fpcgil.it - 
chiaramonte@fpcgil.it  
 

 
 

News

 
  1. 01.07.2016 - Casse ed enti privatizzati - Adepp: Comunicato unitario - Incontro, per il rinnovo del CCNL del personale non dirigente
  2. 24.11.2015 - Manifestazione 28 novembre 2015 - locandine Casse Privatizzate
  3. 17.04.2015 - Casse ed enti privatizzati: lettera di presentazione e linee guida - contrattazione
  4. 15.05.2013 - Enti Previdenziali privati: formata la delegazione nazionale trattante
  5. 04.03.2013 - Enti previdenziali privatizzati: Convocazione coordinamento nazionale 13 Marzo
  6. 14.05.2012 - Enti Privatizzati: convocazione sede nazionale
  7. 30.12.2010 - Enti previdenziali privati: siglato il CCNL dirigenti 2010-2012
  8. 27.12.2010 - Siglato il 23 dicembre il CCNL Enti Previdenziali Privati - Nota di Gabriella Pescetelli Coordinatrice nazionale Fp CGIL Enti 509
  9. 07.10.2009 - CNIPA: riordino ente - lettera al Parlamento
  10. 02.07.2008 - Avviso Comune sulla riforma degli Enti previdenziali ed assicurativi
 

Cosa sono

La privatizzazione degli Enti di Previdenza ed Assistenza dei Liberi Professionisti ha origine in alcune norme di delega contenute nella legge finanziaria del 1994 (L. n. 537 del 29 dicembre 1993) , con le quali il Governo Ciampi si proponeva di attuare un riordino degli istituti e dei regimi previdenziali e assistenziali allora esistenti.
Il riordino poteva essere realizzato secondo diversi criteri, offerti dallo stesso legislatore, che andavano da una direttiva sulla fusione degli Enti, all'incorporazione di funzioni, all'eliminazione di duplicazioni, fino alla previsione di un possibile percorso di privatizzazione delle Casse di Previdenza e Assistenza dei liberi professionisti.
Con il d.lgs. n. 509 del 30 giugno 1994 fu riconosciuta la possibilità di trasformazione in soggetti giuridici di diritto privato, ferma restando l'obbligatorietà del prelievo contributivo e delle prestazioni , a quegli Enti che avevano i conti in attivo, privi di contributi statali e con una riserva legale corrispondente alla copertura di almeno cinque annualità di rate di prestazioni.
Tale decreto provvedeva, quindi, a tabellare 16 amministrazioni da trasformare in persone giuridiche private:
1) Cassa nazionale di previdenza e assistenza avvocati e procuratori legali
2) Cassa di previdenza tra dottori commercialisti
3) Cassa previdenza e assistenza geometri
4) Cassa nazionale previdenza e assistenza ingegneri e architetti liberi professionisti
5) Cassa nazionale del notariato
6) Cassa nazionale previdenza e assistenza ragionieri e periti commerciali
7) Ente nazionale di assistenza per gli agenti e i rappresentanti di commercio (ENASARCO)
8) Ente nazionale di previdenza e assistenza consulenti del lavoro (ENPACL)
9) Ente nazionale di previdenza e assistenza medici (ENPAM)
10) Ente nazionale di previdenza e assistenza farmacisti (ENPAF) privatizzato successivamente
11) Ente nazionale di previdenza e assistenza veterinari (ENPAV)
12) Ente nazionale di previdenza e assistenza per gli impiegati dell'agricoltura (ENPAIA)
13) Fondo di previdenza per gli impiegati delle imprese di spedizione e agenzie marittime
14) Istituto nazionale di previdenza dei giornalisti italiani (INPGI)
15) Opera nazionale assistenza orfani sanitari italiani (ONAOSI).
Istituto nazionale di previdenza dirigenti aziende industriali (INPDAI) non si è privatizzato.
Nel corso del processo di privatizzazione, gli Enti di Previdenza Privati hanno costituito formalmente, nel giugno 1996, un´associazione, l´AdEPP - Associazione degli Enti di Previdenza Privati- che, dopo una lunga trattativa, iniziata nel primo semestre del 1995, ha stipulato, in data 26 giugno 1996, il 1° CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO dei dipendenti della categoria.
In attuazione, poi, della delega conferita dalla legge n. 335 dell'8 agosto 1995, fu emanato il d.lgs n.103 del 10 febbraio 1996 per assicurare alle categorie professionali che ne erano sprovviste la tutela previdenziale obbligatoria definendone le varie forme gestorie.
All'elenco delle casse "storiche" si sono quindi aggiunte:
1) Cassa autonoma di assistenza integrativa dei giornalisti italiani (CASAGIT)
2) Ente di previdenza dei Periti Industriali e dei periti industriali laureati (EPPI)
3) Ente di previdenza e assistenza pluricategoriale (EPAP)
(iscritti Albi professionali dei dottori Agronomi,dei dottori Forestali, degli Attuari,dei Chimici e dei Geologi)
4) Ente nazionale di previdenza e assistenza per i biologi (ENPAB)
5) Ente nazionale d previdenza e assistenza della professione infermieristica (ENPAPI)
6) Ente nazionale di previdenza e assistenza per gli psicologi (ENPAP) 

Tali Enti costituiscono oggi una realtà complessa, e composta dalle specificità di ciascuno, emanazione di professioni anche molto diverse ma che si configurano unitariamente come un modello innovativo, che coniuga l´autonomia privata degli Enti stessi con la funzione pubblica esercitata.




  1. Stampa
 

Noi Effepi

 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 

 

  1. RT @SusannaCamusso: Un segnale importante e un riconoscimento forte al valore della memoria, della conoscenza e dell’educazione. Un monito... 8 ore fa 19/01/2018 17:22 954388569388404738
  2. RT @FpCgilVVF: La Newsletter settimanale dei Vigili del Fuoco #UniciNellaTutela. Informazione e partecipazione della @FpCgilVVF Cgil VVF @â... 8 ore fa 19/01/2018 17:21 954388404489383937
Join the conversation
 


Lavoro Pubblico