1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Contenuto della pagina

Finalità


 
 

FINALITA' DEI CONSORZI INDUSTRIALI

I Consorzi per lo Sviluppo Industriale costituiti ai sensi dell'art. 50 del D.P.R. 06.03.1978, n° 218, sono Enti pubblici economici a norma dell'art. 36 della legge 5.10.1991 n° 317, così come modificato dalla L. 341/95. Ad essi si applicano le norme della leggi regionali

Fanno parte dei Consorzi:

1) Le Regioni
2) La Provincie
3) I Comuni

Possono farne parte, oltre agli altri enti pubblici territoriali , gli Enti pubblici che concorrono a favorire lo sviluppo economico e produttivo e le associazioni imprenditoriali, secondo le modalità previste dagli statuti consortili. Possono, altresì, farne parte le banche, le finanziarie e gli Istituti di Credito Speciale, gli Enti Fieristici, le Comunità Montane e gli Enti economici privati, la cui attività concorre al perseguimento dello scopo consortile.

Finalità

I Consorzi promuovono, nell'ambito dei propri comprensori e dei propri agglomerati, le condizioni necessarie per la creazione o lo sviluppo di attività produttive nei settori dell'industria e dei servizi. A tale scopo realizzano e gestiscono, anche in collaborazione con altri soggetti pubblici e privati, infrastrutture per l'industria, rustici industriali, servizi reali alle imprese, iniziative per l'orientamento e la formazione professionale dei lavoratori, dei quadri direttivi e intermedi e dei giovani Imprenditori, e ogni altro servizio sociale connesso alla produzione artigianale e industriale.

Per il perseguimento delle suddette finalità i consorzi possono
promuovere la costituzione di apposite società di capitali e di
joint - ventures e partecipazioni. :

Essi provvedono in particolare:

a) agli studi, ai progetti, alle proposte per promuovere lo sviluppo produttivo del comprensorio;
b) all'acquisto o all'esproprio delle aree e degli immobilioccorrenti per l'attrezzatura delle zone di intervento per l'impianto delle singole aziende e per i servizi comuni;
e) alla programmazione, progettazione, esecuzione e gestione di opere e servizi di interesse comune anche ad altri enti pubblici e/o privati e comunque utili per il raggiungimento dei prbpri fini istituzionali ed allo sviluppo del territorio;
d) alla costruzione di rustici industriali da vendere e cedere in locazione, anche finanziaria, ad imprese che svolgono attività produttive ed economichè in forma singola o associata;
e) a vendere o cedere in uso alle imprese le aree e gli immobili a qualsiasi titolo acquisiti dal Consorzio; al recupero ove necessario, delle aree e degli immobili non economicamente utilizzati al fine di una loro effettiva valorizzazione;
f) a realizzare e gestire centri direzionali e servizi di infrastrutturazione telematica;
g) ad assumere e promuovere l'erogazione di servizi per favorire l'insediamento e lo sviluppo delle attività produttive anche attraverso la cessione di aree per l'insediamento di aziende di servizio convenzionati con i Consorzi;
h) ad espletare le attività e le funzioni emanate dalle Regioni;
i) a promuovere la costituzione, ovvero partecipare a società consortili che abbiano le caratteristiche e finalità previste dall' art.27 della legge n. 317 del 1991 a favore delle piccole e medie imprese;
j) alla partecipazione e gestione del servizio idrico integrato regionale, nonché dell1 erogazione di energia e metano, alla gestione dei depuratori, acque industriali, potabili, raccordi viari, aree portuali, discariche e poli ecologici e quant'altro di tecnologico i Consorzi intendono avvalersi anche in associazione con soggetti pubblici e/o privati;
k) ad assumere qualunque iniziativa idonea al raggiungimento dei fini istituzionali;
1) agli studi, progetti, proposte e realizzazioni relativi alle aree territoriali svantaggiate (Art.15, 16 L. 317/91) e ai distretti industriali indicati dalla Regioni laddove per distretti industriali l'art. 36 della legge 317/91 intende: le aree territoriali locali caratterizzate da elevata concentrazione di piccole e medie imprese con particolare riferimento al rapporto tra presenza delle imprese e popolazione residente";
m) redazione di studi economici, piani urbanistici, progetti di opere ed infrastrutture per conto delle Regioni, dei Comuni ," di Enti pubblici, o anche di privati, e/o loro realizzazione e/o gestione.
n) Realizzazione e/o gestione di società , joint venture con privati o Enti 'pubblici per trattamento di rifiuti liquidi, gassosi e solidi, nonché per lo studio, la progettazione di impianti ecologici.

Mezzi finanziari

I mezzi finanziari di cui i Consorzi possono disporre sono costituiti, oltre da quelli provenienti da mezzi propri e da quelli derivanti dallo svolgimento della propria attività anche:
a) da fondi regionali, statali, comunitari appositamente
destinati alla realizzazione, gestione e manutenzione di opere e servizi. A tali scopi devono essere destinati, di , norma, anche i mezzi derivanti ai Consorzi dallo svolgimento delle proprie attività;
b) dai contributi annuali ordinari di dotazione da parte degli organismi partecipanti, in funzione delle spese di funzionamento
e) da finanziamenti concessi da Istituti di Credito anche a medio termine.

Organi

Sono organi del consorzio:
- 1 'Assemblea generale dei rappresentanti degli Enti
partecipanti;
- il Consiglio di Amministrazione;
- il Presidente;
- il Collegio Sindacale.



  1. Stampa
 

Noi Effepi

 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 

 

  1. #dentroametà, la nostra nuova video inchiesta sul lavoro nelle carceri Regina Coeli, Roma [?➡️… https://t.co/kiQE4lYg22... 2 giorni fa 22/04/2017 10:40 855702730568077312
  2. RT @FpCgilLombardia: L’ambiente è un bene comune, e in quanto tale lo difendiamo, anche oggi, celebrando la Giornata della Terra. #earthd... 2 giorni fa 22/04/2017 10:00 855692662753644545
Join the conversation
 


Lavoro Pubblico