MIUR: Documento della delegazione nazionale trattante del 18 novembre

18 Luglio 2011

Documento della delegazione nazionale trattante del 18 novembre

MINISTERO ISTRUZIONE UNIVERSITA’ E RICERCA

DELEGAZIONE NAZIONALE TRATTANTE FP CGIL
DEL 18 NOVEMBRE

 

Mercoledì 18 novembre si è svolta presso la sede nazionale della FP CGIL la riunione della Delegazione trattante del Ministero.

All’incontro ha partecipato il Segretario Nazionale delle Funzioni Centrali, Antonio Crispi.

Numerose le problematiche discusse e gli interventi delle compagne e dei compagni presenti.

In primo luogo è emersa la necessità di dare risposte efficaci, anche nel nostro Ministero, alla controriforma Brunetta che, invece di affrontare i veri problemi delle Amministrazioni per risolverli, fa arretrare, insieme ai diritti dei lavoratori, il diritto di tutti a servizi pubblici adeguati, a partire da quelli costituzionalmente garantiti (istruzione, giustizia, salute e previdenza).

Sono stati ribaditi gli interventi che sarebbero necessari nella nostra Amministrazione per migliorare le condizioni di lavoro e conseguentemente il servizio fornito:
* verifica e definizione delle attività e delle funzioni assegnate ai vari Uffici dell’AC e territoriale ai sensi del nuovo regolamento;
* innovata e costante attenzione all’organizzazione del lavoro;
* semplificazione e trasparenza della normativa spesso farraginosa, contraddittoria ed emanata a ridosso delle scadenze;
* un piano di formazione ed aggiornamento del personale adeguato agli obiettivi,
* nuove assunzioni ed eliminazione del blocco del turn over che da decenni falcidia gli organici;
* reperimento di risorse economiche e di strumenti efficaci di lavoro.

La Legge, invece, si accanisce sui pubblici dipendenti portando a compimento la campagna diffamatoria avviata dal Ministro Brunetta contro i “lavoratori pubblici inadeguati e fannulloni”, e sferra un colpo pesante alla contrattazione, perseguendo il suo vero obiettivo che è quello di tornare al primato della politica nella gestione dei diritti del lavoro in tutto il Pubblico Impiego.

Da qui la necessità di intensificare in tutti i posti di lavoro del MIUR le assemblee di informazione e contrasto all’applicazione di questa controriforma del lavoro pubblico. A tal fine si chiede a tutte le strutture territoriali di aiutare le RSU dei posti di lavoro nella predisposizione e nell’effettuazione delle assemblee.

Per quanto riguarda la riorganizzazione del Ministero, a seguito dell’ennesimo accorpamento dell’ex MPI e dell’ex MUR, per l’Amministrazione centrale è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DM di organizzazione degli Uffici, mentre per le Direzioni Generali Regionali è previsto entro il mese l’incontro con le Organizzazioni Sindacali sui Decreti Regionali.

Al tavolo nazionale dovrà essere verificata e confermata la presenza nei provvedimenti delle modifiche che la FP CGIL ha chiesto, oltre al mantenimento d tutte le sedi territoriali:
* conferma a livello di sede delle relazioni sindacali con le RSU e le OO.SS. territoriali;
* omogeneità delle funzioni assegnate agli uffici provinciali;
* definizione dei limiti di delega dei Direttori Regionali nell’assegnazione di ulteriori competenze a tali uffici.

Per l’Amministrazione Centrale vanno in primo luogo messe in atto le necessarie iniziative per la reale unificazione dei due ex Ministeri. Tra le priorità:
* conoscere il numero effettivo dei dipendenti in servizio a Piazza Kennedy, distinguendo tra personale dell’Amministrazione e quello che dipende da Consorzi e /o altri Enti e che comunque presta la sua attività presso i nostri Uffici;
* effettuare una ricognizione del personale precario, utilizzato con contratti stipulati direttamente con l’Amministrazione, per trovare idonee soluzioni;
* garantire una gestione omogenea del personale da parte della Direzione Generale delle Risorse Umane.

Sulla contrattazione nazionale di Ministero in atto, questi i prossimi obiettivi:
* FUA 2009 che completi le procedure di passaggio all’interno delle aree, tenendo fermo il principio della pari opportunità per tutto il personale, seguendo l’impostazione tenuta sul FUA 2008;
* Profili professionali che tengano comunque conto delle professionalità esistenti e necessarie per il raggiungimento dei fini istituzionali, anche alla luce delle osservazioni all’accordo sottoscritto fatte dall’ARAN.

Nella riunione è emersa la necessità di un confronto urgente con la CGIL FLC (sindacato della scuola), in cui verificare le questioni più urgenti che riguardano il personale dei due comparti, in servizio nei nostri uffici, e che necessitano di una posizione e di risposte il più possibile comuni.

Infine la delegazione nazionale trattante ha ribadito l’impegno per la parificazione di trattamento economico del personale del MIUR, attraverso il completamento dell’omogeneizzazione dell’indennità di Amministrazione.

Operazione, in primo luogo, legata al recupero integrale dei 7 milioni di euro attribuiti al Ministero da legge speciale e che il CCNL sul biennio economico 2008/2009 rischia di sottrarci, contratto che la FP CGIL anche per questo, non ha sottoscritto.

Nell’esaminare tale questione si è ritenuto che, anche in base a precedenti esperienze, la “via legale” non fornisca a tutti la certezza del raggiungimento del risultato e che, invece, possa creare ulteriori disparità di trattamento economico e normativo che, spesso, pongono i lavoratori gli uni contro gli altri e, di fatto, rendono più difficile al Sindacato rivendicare pari opportunità e diritti.

Per questo, pur sostenendo nei posti di lavoro e attraverso i legali messi a disposizione dalle nostre strutture territoriali tutte/i le/i colleghe/i che vorranno tentare tale strada, continueremo a rivendicare e a svolgere il nostro ruolo sindacale di tutela dei diritti di tutti i lavoratori del MIUR (e non solo degli eventuali ricorrenti), anche su tale materia.

Roma, 23 novembre 2009

FP CGIL MIUR
A. Boccuni

 
 

 
news correlate
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto