Giustizia: Fp Cgil, firmato accordo su rimodulazione profili e riqualificazione personale

28 aprile 2017

Giustizia: Fp Cgil, firmato accordo su rimodulazione profili e riqualificazione personale

Roma,
27 aprile – Accordo sindacati e Ministero della Giustizia sulla
revisione dei profili professionali e la programmazione di azioni di
riqualificazione del personale. A darne notizia è la Fp Cgil Nazionale,
definendolo “un primo passo importante dopo anni di immobilismo”, e nel
sottolineare al contempo la natura ‘ponte’ dell’intesa, “verso – spiega
la categoria – un nuovo integrativo con la stipula del prossimo
contratto nazionale: solo con quello sarà possibile superare le
frammentazioni ancora presenti nel sistema di classificazione dei
profili della giustizia”. 

In
ogni caso l’accordo raggiunto col dicastero di via Arenula prevede, per
la Funzione Pubblica Cgil, “molti punti qualificanti in continuità con
quanto avviato con l’art. 21 quater per i passaggi dei cancellieri e
degli ufficiali giudiziari”. Punti che stabiliscono “una tempistica
precisa per le programmazioni, i passaggi economici, i passaggi
professionali, l’avvio delle procedure e l’estensione dell’art. 21
quater ai profili tecnici esclusi, nonché la rimodulazione di alcuni
profili; oltre a queste scadenze è positivo l’impegno a reperire
ulteriori risorse per la valorizzazione del personale e a monitorare
semestralmente l’attuazione dell’accordo”. 
Per
la Fp Cgil, “è importante che dopo molti anni di promesse non mantenute
si sia proceduto da parte della Amministrazione a prendere degli
impegni concreti, scadenzati nella tempistica, a favore del personale
riconoscendogli la professionalità acquisita. Certo, resta la necessità
di reperire ulteriori risorse per fare in modo che la Giustizia si
riallinei con le altre Amministrazioni del Nuovo Comparto delle Funzioni
Centrali, per aumentare il numero delle progressioni economiche, e per
rendere esigibile un vero salario accessorio legato alla produttività
nonché a garantire la possibilità di istituire per le figure di terza
area le posizioni organizzative”. 
Ma
l’intesa, chiude la Fp Cgil, “rappresenta una assoluta novità
soprattutto per l’impegno preso in prima persona dal Ministro Andrea
Orlando a proseguire sulla strada intrapresa con l’art. 21 quater e le
assunzioni, continuando nei prossimi mesi nel percorso di valorizzazione
del personale. Un primo passo importante dopo anni di immobilismo
grazie ad un nuovo corso di relazioni sindacali”.

X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto