VVF: Terremoto Ischia: Fp Cgil Vvf, impegnati in emergenza, ma ora misure per il Corpo

22 agosto 2017

Governo intervenga con urgenza, servono assunzioni, mezzi e risorse

Roma, 22 agosto 2017

“Come sempre, ancora una volta, nonostante le mancate risposte da parte del Governo, a lavoro a testa bassa nell’emergenza. Ma non si può più tacere: servono misure urgenti a favore del Corpo dei Vigili del Fuoco”. È quanto si legge in una nota della Funzione Pubblica Cgil Vigili del Fuoco nell’esprimere “vicinanza alla cittadinanza dell’isola di Ischia colpita nella serata di ieri da una scossa di terremoto che ha provocato molti crolli, due vittime, alcuni dispersi e diversi feriti. Con apprensione e rispetto siamo al fianco di tutti gli operatori del soccorso”.

Per la Fp Cgil Vigili del Fuoco, “è di nuovo il momento di lavorare a testa bassa e scavare, sperando di portare in salvo tutti i dispersi, nella solita corsa contro il tempo. Tanti i Vigili del Fuoco coinvolti nelle operazioni, con dedizione e con la consueta professionalità sono partiti da altre regioni per portare aiuto ai cittadini, viaggiando con mezzi vecchi e impiegando tante ore di viaggio”. Eppure, aggiunge la Fp Vigili del Fuoco, “nel rispetto di quanto accaduto e nella dedizione assoluta al lavoro di queste ore, questa volta non può passare sottotraccia la nostra indignazione nei confronti del Governo: lavoriamo ininterrottamente da mesi, in ragione degli eventi che hanno colpito nel corso di quest’anno il nostro paese, registrando però soltanto chiacchiere e pochi fatti. È urgente e non più rinviabile adottare misure a favore del Corpo, più volte promesse ma mai arrivate”.

Di fatti, si elenca nella nota, “sotto organico di 3.500 unità, con mezzi e attrezzature da ripristinare, sottopagati e senza assicurazione contro gli infortuni. Questa è la situazione deI personale del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco che, in uno stato di emergenza continuo e non dichiarato, opera quotidianamente da più di un anno tra terremoti, incendi, maltempo e, oggi, la nuova scossa che ha colpito l’isola di Ischia. La Fp Cgil Vvf è in stato di agitazione e tra polemiche estive, cattiverie e falsità rilancia il solito monito al Parlamento: un paese sicuro – conclude – non può prescindere dal riconoscimento del fondamentale ruolo dei Vigili del Fuoco, veri e insostituibili professionisti del soccorso (safety)”.

X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto