UeCare: approvata la dichiarazione di Palermo

03 ottobre 2018

Costruire una rete europea delle lavoratrici e dei lavoratori dei servizi pubblici ai migranti. Questo l’obiettivo ultimo di UeCare – l’iniziativa della Fp Cgil, insieme al sindacato spagnolo Fsc Ccoo e al sindacato europeo dei servizi pubblici Epsu, che si è tenuta a Palermo gli scorsi 26 e 27 settembre – raggiunto con l’approvazione della dichiarazione di Palermo da parte dei sindacati partecipanti.

Raccontare il lavoro di chi è impegnato nei servizi per l’immigrazione. Conoscere dalle loro dirette testimonianze le condizioni, i bisogni, le criticità e le rivendicazioni. Confrontare le diverse esperienze europee e costruire, così, una rete europea delle lavoratrici e dei lavoratori dei servizi pubblici ai migranti. Questo, in estrema sintesi, il senso di #UeCare.

E per farlo la Fp Cgil si è avvalsa non solo del testo della ‘dichiarazione di Palermo’, ma anche di una video-inchiesta esclusiva dal titolo ‘migr[A]zioni – il lavoro fa rete’ e una ricerca condotta insieme alla Fondazione Di Vittorio dal titolo ‘La condizione delle lavoratrici e dei lavoratori dei servizi pubblici per l’immigrazione’, per indagare al meglio gli aspetti delle condizioni di chi lavora nel segmento dell’immigrazione.

Vi riproponiamo una raccolta di tutti i materiali prodotti per l’iniziativa.

 

La nostra video-inchiesta esclusiva:

 

Un contributo video di Psi:

X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto