INPS: Unitario – Mansionismo

05 Febbraio 2020

MANSIONISMO

Abbiamo apprezzato l’interessamento del Presidente alla problematica del
mansionismo presente nel nostro Istituto. La riforma Brunetta, che ha
concretizzato con provvedimenti legislativi una politica punitiva verso il
lavoratore pubblico con lo stereotipo di “fannullone”, impedisce ormai da un
decennio a 5.672 lavoratori dell’Inps il riconoscimento professionale che
quotidianamente esprimono sul posto di lavoro.
Nel tempo si sono succedute legislature con maggioranze diverse ma non si è
concretizzato nessun intervento legislativo per superare la Brunetta. Le stesse
deroghe della Madia non rappresentano un superamento e lo vediamo
chiaramente in Inps. Infatti, persistendo il vincolo dei titoli di studio non è
possibile dare risposte a tutti i lavoratori professionalizzanti dell’istituto.
Avevamo sperato che avere anche il Presidente dell’Inps, impegnato sul
superamento del mansionismo, potesse determinare finalmente un cambio di
rotta della politica e l’arrivo dell’intervento legislativo per cancellare finalmente
la Brunetta, così non è stato, purtroppo!
Apprezzando e condividendo l’impegno del Presidente sul superamento del
mansionismo, e ritenendo indispensabile archiviare definitivamente la Brunetta
in materia di riqualificazione del personale per dare finalmente risposte a tutti i
lavoratori in servizio riteniamo importate “fare squadra” per dare sostegno
all’unica strada rimasta: il nuovo ordinamento professionale.
Per chi non vuole lasciare nessun lavoratore indietro è chiaro che la determina
sulle progressioni non risolve il mansionismo in Inps, in quanto si darà una
risposta solo ad una parte dei 5.672 lavoratori di area A e B.
Come già chiesto all’incontro di ieri, sarebbe importante il supporto del
Presidente dell’Inps per dare sostegno ai lavori della commissione paritetica e
concretizzare il risultato il più rapidamente possibile, perché occorre dare
risposte a tutti i lavoratori, anche a chi non potrà beneficerà delle imminenti
progressioni verticali.
Le chiediamo, quindi, un incontro per illustrare la nostra piattaforma in
merito al nuovo ordinamento professionale, costruita proprio per dare
riconoscimento alle professionalità esistenti superando i vincoli imposti dalla
Brunetta attraverso il reinquadramento del personale in servizio.
Consapevoli di condividere il medesimo obiettivo è tempo di unirci e
camminare insieme.

FP CGIL/INPS
Matteo ARIANO/Antonella TREVISANI

CISL FP/INPS
Paolo SCILINGUO

UIL PA/INPS
Sergio CERVO

news correlate
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto