Giustizia DOG: proclamazione dello stato di agitazione del personale

12 marzo 2018

Al Ministro della Giustizia
On. Andrea Orlando

Al Capo Di Gabinetto dell’On. Ministro
Dr.ssa Elisabetta Cesqui

p.c. Al Direttore Generale del Personale e della Formazione
Dr.ssa Barbara Fabbrini


OGGETTO: Proclamazione stato di Agitazione personale Organizzazione Giudiziaria

Facciamo seguito alle numerose note indirizzate alle SS.VV., alle quali ad oggi non è stato dato alcun riscontro.

Si segnalano in particolare i seguenti punti di cui alle suddette note:

– Mancato rispetto e ritardo nella applicazione dei punti di cui all’accordo del 26 aprile: passaggi dalla prima alla seconda area, passaggi giuridici all’interno delle aree, esaurimento graduatoria 21 quater, avvio procedure ex 21 quater per figure tecniche.

– Mancata emissione di una circolare chiarificatrice in relazione agli uffici UNEP in cui si registrano situazioni conflittuali.

– Mancato interpello per il personale interno prima delle assunzioni.

– Ritardo nell’avvio del bando relativo all’assunzione dei 300 operatori per dare una prospettiva ai tirocinanti della giustizia che da anni presidiano gli uffici.

– Errata interpretazione della nuova normativa contrattuale da parte degli uffici.

Giova ricordare altresì che, in relazione all’interpello, durante l’ultimo incontro l’Amministrazione aveva preso l’impegno ad accantonare le sedi del centro sud per procedere immediatamente dopo le assunzioni ad un interpello del personale interno; tuttavia nella pubblicazione delle sedi relative al secondo scorrimento della graduatoria degli assistenti giudiziari l’Amministrazione sembra aver disatteso quanto promesso creando inoltre una situazione paradossale in cui i più meritevoli in graduatoria hanno avuto meno scelta, nella varietà delle sedi, di coloro che si sono classificati dopo.

Poiché tale situazione, dovuta ad una errata modalità procedurale ed a chiare responsabilità imputabili alle scelte dell’Amministrazione, sta creando una spaccatura tra categorie di lavoratori con conseguenze conflittuali e probabili contenziosi, la scrivente Organizzazione Sindacale PROCLAMA LO STATO DI AGITAZIONE di Tutto il personale, in relazione ai punti succitati, per tutelare gli interessi di personale interno, nuovi assunti, personale da assumere.

La scrivente, in mancanza di una immediata risposta e dell’avvio di un confronto sui temi succitati, si riserva ogni ulteriore azione a tutela di tutto il personale.

Il Segretario Nazionale FPCGIL
Salvatore Chiaramonte

X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto