Pa: Fp Cgil, su buoni pasto Bongiorno raccoglie nostro allarme, ora soluzioni

19 luglio 2018

‘Restituire ai dipendenti pubblici quanto loro spetta’

Prendiamo atto del fatto che il ministro Bongiorno abbia colto, dopo le nostre reiterate denunce, l’estrema urgenza dettata dalla insolvibilità dei buoni Qui! Ticket. Adesso ci aspettiamo atti coerenti e conseguenti“. Ad affermarlo è la Funzione Pubblica Cgil dopo le dichiarazioni del ministro della Pa, Giulia Bongiorno, in merito alla vicenda dei ticket restaurant della Qui! Group.

La Fp Cgil rivendica quindi “atti che permettano alle lavoratrici e ai lavoratori interessati di rientrare in possesso di buoni pasto che siano effettivamente utilizzabili e, soprattutto, di ottenere il rimborso di quelli che sono tuttora in loro possesso”.

Per queste ragioni, aggiunge la categoria della Cgil, “serve un atto da parte del Ministero che acceleri il processo di restituzione ai dipendenti pubblici di quanto loro spetta. Così come c’è bisogno per un verso di fornire indicazioni chiare a quelle amministrazioni tuttora legate da un rapporto contrattuale con la Qui! Group e, per l’altro, di maggiori verifiche, per quanto riguarda le procedure per il prossimo appalto, sull’affidabilità delle imprese partecipanti”, conclude la Fp Cgil.

X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto